2° GIORNO: KYOTO TRADIZIONALE

Tempio Kiyomizu-dera

Kyoto, Tempio Kiyomizu-dera

Il secondo giorno alla scoperta di Kyoto (leggi qui la prima parte), comincia di nuovo dalla stazione di Kyoto.
Prendi il bus 100 Raku fino al tempio di Kiyomizu-dera (scendi a Kiyomizu-michi) . Ci vogliono circa 10 minuti per raggiungere il tempio dalla fermata dell’autobus e l’ingresso costa 400 ¥.

Kiyomizu-dera (Pure Water Temple) è stato costruito nel 780 dC ed è uno dei templi più famosi del Giappone. Anche i giardini che lo circondano meritano una passeggiata e decisamente qualche foto. Tra le cose da non perdere,  ci sono la cascata Otowa, il santuario Jishu e la Pagoda Koyasu.

 

Ninen-zaka e Sannen-zaka

Una volta che hai finito di farti selfie nel giardino del tempio (io mi sono fatta foto con qualsiasi edificio, pianta, animale – vero o finto che fosse), torna indietro per una passeggiata tra le due strade tradizionali; Ninen-zaka e Sannen-zaka. Lungo la strada, troverai tantissime bancarelle con snack tradizionali (come gli yakitori o i cracker di alghe), ristoranti e piccoli negozi.

Ninen-zaka e Sannen-zaka sono conosciute come le aree meglio conservate di Kyoto. La ripida strada di ciottoli è fiancheggiata da vecchie botteghe di legno piene di souvenir tradizionali, ristoranti, chioschi e molto altro ancora. La passeggiata è affascinante, uno sguardo nella storia di Kyoto, e assolutamente da non perdere se sei in zona.

C’è anche un negozio dedicato ai gatti, pieno di souvenir, statue, campanelli, timbri… tutti con forma gattolosa

C’è da passare le ore in queste strade, tra il negozio dello Studio Ghibli, cibi tradizionali deliziosamente confezionati e pesce secco e sottaceti (attenti al piccante!).

 

Opzione 1: shopping!

Diamaru: Kyoto’s Kitchen

 

Se sei un amante dello shopping o vuoi semplicemente farti un giro per i mercati tradizionali di Kyoto, prendi l’autobus 207  dalle fermate Gojozaka o Kiyomizu-michi fino a Shijo Karasumawhere. Da qui raggiungi a piedi  Diamaru, uno dei centri commerciali di Kyoto. Sicuramente non una visita nel Giappone tradizionale, ma ricca di spunti sulla trasformazione culturale del paese che unisce i prodotti moderni e i tradizionali. Come le ceramiche, il tè e tantissimi negozi di abbigliamento classico giapponese.

Da Diamaru  puoi raggiungere con una breve passeggiata la vecchia strada dello shopping Nishiki Market, che corre parallela alla strada dove si trova il Diamaru. Questo mercato è decisamente diverso dal centro commerciale: è specializzato in cibo ed è conosciuto come “Kyoto’s Kitchen”. Quasi tutto viene prodotto localmente ed è pieno di pesce secco, dolci giapponesi, verdure e alimenti in salamoia.

Non lontano da Niskiki c’è un altro grande magazzino giapponese; Takashimaya. Torna sulla strada principale, Shijōst, e verso il fiume Kamo. Attraversando la Shijōst troverai l’enorme complesso commerciale.
Come altri grandi magazzini, hanno l’area principale con vestiti e articoli più moderni, e i prodotti più tradizionale ai piani inferiori.

Opzione 2: cultura

Se vuoi saperne di più sulla cultura e storia di Kyoto, prendi l’autobus 207 per Shijo Karasuma (stesso percorso dell’opzione 1).
Dovrai camminare per un po’ (oltre i grandi magazzini), ma potrai tranquillamente esplorare l’area, che riserva molte cose da fare e vedere.
Puoi entrare nel colorato tempio buddista famoso in tutto il mondo per le sue decorazioni floreali, visitare il Museo di Kyoto, oppure il museo Ikebana (fiori) e, anche il Museo Internazionale del Manga di Kyoto ( con manga del 1868). Se hai tempo, potresti passare un pomeriggio semplicemente girovagando per le strade e trovando posti interessanti.

Opzione 3: natura

Arashiyama: Bosco di bambù

Se non hai mai camminato in un incantevole boschetto di bambù, allora ti suggerisco di scegliere questa opzione! Prendi un treno per Arishiyama; un bellissimo quartiere pieno di templi, un parco delle scimmie, e molti altri luoghi meravigliosi, compresi i boschetti di bambù.

Se si vuole evitare la folla e camminare tra i bambù al mattino, prendere un treno sarebbe l’opzione migliore dato che sono molto più veloci degli autobus e partono direttamente dalla stazione di Kyoto.

 

E la sera?

Se non sei troppo stanca, devi assolutamente andare a Gion, il famoso quartiere delle geishe di Kyoto. È a soli 15 minuti a piedi dal mercato Nishiki o a 20 minuti dal Museo di Kyoto, attraverso il ponte che attraversa il fiume Kamo.

L’area è incantevole: le strade sono bordate da case tradizionali in legno con le lanterne rosse allineate e si possono incontrare le geishe! Sono andata di giorno ed era molto affascinante, ma sicuramente è da visitare la sera, quando l’area si anima. Puoi anche provare l’esperienza di cenare con e di essere intrattenuto da una geisha: di solito richiede un invito, ma ci sono alcune agenzie di viaggi che hanno iniziato a farlo. Per tutti gli altri, ci sono spettacoli culturali giornalieri tenuti all’angolo di Gion.

 

Kyoto è una città incredibilmente sicura e pulita, ricca di cultura e tradizioni.
Se riesci, trascorri più di due giorni in giro per la città: ne vale la pena!

Leave a Response