I Migliori Libri Scritti da Donne

È facile lasciarsi travolgere dalle liste dei bestseller, perché non c’è abbastanza tempo per leggere ogni nuovo libro. Tra raccomandazioni pressoché costanti di incredibili ricordi, nuovi sequel ed una terrificante lunga lista di recensioni di Internet, può essere stressante scegliere cosa dovresti leggere nel tuo poco tempo libero. Sapere quali classici ti mancano nel tuo repertorio di lettura è facile – è un po’ più difficile ricordare ciò  che ti sei persa nel tempo.

Noi di Stylebest bbiamo fatto un po’ lavoro per te (o forse solo aumentato lo stress della tua scelta al libro giusto… scusa) mettendo insieme una lista di titoli degli ultimi anni, che dovresti aggiungere alla pila sul tuo comodino, in quanto pensati per le donne, come te. Questi libri sono solo alcuni degli incredibili titoli pubblicati – una lista esauriente sarebbe più lunga di centinaia di libri. Quelli elencati sono alcuni dei libri più discussi, stimolanti e “life-changer” di un gruppo eterogeneo di scrittrici. Ti faranno ripensare a ciò che significa essere una donne, oltre ad offrire consigli di vita alle donne di tutte le età e rafforzare la tua convinzione sulla vita in generale. Dai ricordi spensierati ai thriller terrificanti, c’è un genere per ogni gusto.

1. Americanah di Chimamanda Ngozi Adichie. Il quarto libro di Chimamanda Ngozi Adichie, Americanah, è così intelligente su così tanti argomenti che potremmo definirlo un romanzo sull’essere neri nel XXI secolo. Americanah è davvero un romanzo sull’essere neri nel 21° secolo – in America, in Gran Bretagna e in Africa, spiegando le sensazioni del mentre si risponde ad un annuncio pubblicitario, chiama un taxi, mangia in un ristorante, o guarda Barack Obama in televisione. Certo, lo si potrebbe anche chiamare un romanzo di immigrazione e dislocazione, in quanto quasi ogni pagina è tinta di debole solitudine.

2. Tutto ciò che non ti ho mai detto di Celeste Ng. Tutto ciò che non ti ho mai raccontato è un lavoro coinvolgente che getta una luce potente sui segreti che hanno tenuto unita una famiglia americana – e che alla fine finiscono per farla a pezzi.

3. Il Cardellino di Donna Tartt. Il Cardellino è una rarità che arriva forse una mezza dozzina di volte ogni decennio, un romanzo letterario elegantemente scritto che si collega al cuore e alla mente.. Donna Tartt ha realizzato una straordinaria opera di finzione

4. Land of Love e Drowning di Tiphanie Yanique. Attraverso le voci e le vite dei suoi nativi, Yanique offre una suggestiva narrazione delle Isole Vergini che pulsa di vita, vitalità e un’evocazione ossessionante del luogo.

5. Bad Feminist di Roxane Gay. Condividendo i dettagli grintosi e strazianti delle proprie esperienze e desideri irrealizzati – mostrandoci come, esattamente, è una” cattiva femminista “- Gay ci ricorda cosa dovrebbe essere il femminismo: uno spazio in cui le donne possono realizzare la loro differenza e le loro sfumature.

6. Boy, Snow, Bird di Helen Oyeyemi. Nella sua manipolazione di una successione di triangoli sovrapposti, Oyeyemi suggerisce la possibilità di una sorta di redenzione; le identità alla fine si sistemano, si configurano, sono coerenti e tutti imparano a convivere con la vita che abbiamo creato per noi stessi. In un libro intrigante e sinuoso, pieno di battute di spirito e cieli fulminei che spesso si rivelano per rivelare dolore e tumulto, questo libro regala un segnale di stabilità e ottimismo.

7. Herby di Christa Parravani. Aggiungi la mistica gemella a un dramma reale, alimentato dalla droga ed avrai la ricetta per raddoppiare la lettura inebriante nel libro di memorie di Christa Parravani, Her. Parravani offre uno sguardo sinuoso, sorprendente e intimo su cosa significhi condividere il DNA di qualcuno, giocando sulle fantasie e sugli stereotipi del lettore.

8. Drink di Ann Dowsett Johnston. Quel terreno misterioso dell’anima guida la traiettoria narrativa in Ann Dowsett Johnston. Il suo approccio non è strettamente auto-riferito, né è un libro di memorie in piena regola. Piuttosto, crea un ibrido tra i due, tessendo la ricerca e le confessioni prime mentre districa le realtà disordinate dietro il crescente tasso di abuso di alcol da parte delle donne. Ex redattore della rivista di Maclean in Canada ed ex vicepreside alla McGill University, Johnston ha detto “Viviamo in una cultura alcogenica“, scrive, “dove il bere rischioso è stato normalizzato e sempre più spesso sono le donne a subirne le conseguenze.

9. The Lifeboat di Charlotte Rogan. Grace Winter – nuova sposa, nuova vedova, apparentemente incolume dopo 21 giorni alla deriva in una scialuppa di salvataggio sovraffollata – è una sopravvissuta. E i sopravvissuti, come tutti sappiamo, possono essere le persone più pericolose di tutti. Il fantastico romanzo d’esordio di Charlotte Rogan si apre con un botto, quando la nave che trasporta Grace e Henry a New York, dopo lo scoppio della guerra in Europa, subisce un’esplosione e affonda. In qualche modo, Grace viene scaraventata su una scialuppa di salvataggio, capitanata dall’ufficiale di bordo Mr Hardie, e insieme a un gruppo eterogeneo di passeggeri, per lo più donne, si allontanano dal relitto, picchiando uomini affogati e bambini imploranti mentre vanno.

10. NW di Zadie Smith. I romanzi di Smith sono notevoli non solo per la loro acutezza sociale, ma anche per la loro capacità di assorbire idee filosofiche. Il suo ultimo film, On Beauty, è riuscito ad essere interessante sia per l’estetica che per la compassione, e la prosa è stata ben stesa. I temi in NW sono più radicali e la lingua più frammentata. Sebbene rimanga assolutamente radicato, attaccato allo stile dello scrittore, i contesti cambiano e gli stili narrativi anche. Questo è un libro in cui non sai mai come andranno le cose o cosa succederà dopo.

11. Swamplandia! di Karen Russell. Un parco a tema, un amante dei fantasmi, un viaggio in stile Styx attraverso una giungla di mangrovie delle Everglades: il primo romanzo di Russell, sullo sforzo audace di una ragazza per preservare lo stile di vita della sua famiglia, è soffuso di umorismo e fantasia gotica. Ma le vere meraviglie qui sono il linguaggio esuberante e inventivo dell’autore e il suo vivido ritratto di un’eroina che è saggia nonostante i suoi anni.

12. Diecimila santi di Eleanor Henderson. Questo libro segue un gruppo di amici, amanti, genitori e bambini attraverso la scena musicale diretta e gli albori dell’epidemia di AIDS. Esplorando a fondo le vite dei suoi personaggi, tracciando le loro lunghe relazioni non solo tra loro ma anche con varie sostanze, Henderson coglie qualcosa della oscura, apocalittica qualità degli anni ’80.

13. Come dovrebbe essere una persona? di Sheila Heti. Un romanzo crudo, sorprendente, che sfida i generi di amicizia, sesso e amore nel nuovo millennio: una lettura compulsiva che è come passare una giornata con il tuo nuovo migliore amico.

14. Room di Emma Donoghue. Room è per molti versi ciò che il suo editore afferma di essere: un romanzo come nessun altro. La prima metà si svolge interamente nella stanza di 12 piedi quadrati in cui una giovane donna ha trascorso i suoi ultimi sette anni da quando è stata rapita a 19 anni. Stuprata ripetutamente, ora ha un bambino di cinque anni, Jack, ed è con la sua voce che Donoghue racconta la loro storia.

15. La vita immortale di Henrietta Manca di Rebecca Skloot. La vita immortale di Henrietta Lacks è un’impresa notevole di giornalismo investigativo ed un’opera commovente di saggistica narrativa che si legge con la vividezza e l’urgenza della finzione. Solleva anche domande a volte scomode e senza risposte chiare sul fatto che le persone debbano essere remunerate per i loro contributi genetici fisici alla ricerca e sul ruolo del profitto nella scienza.

16. Behind The Beautiful Forevers di Katherine Boo. Questo studio vincente del National Book Award sulla vita ad Annawadi, una baraccopoli di Mumbai, è caratterizzato da testimonianze così rigorose che ricorda i muckraker, e personaggi così ricchi che evocano Dickens. Gli abitanti delle baraccopoli hanno un cronista abile ed empatico in Boo, che li ritrae in tutta la loro umanità e gloria spietata e piena di risorse.

17. The Lowland di Jhumpa Lahiri. Questo romanzo avvincente e poetico esplora temi di solitudine, isolamento, segreti di famiglia, volontà politica e il potere dell’amore incondizionato. Lahiri comprende che i conflitti irrisolti del passato possono farci creare il tipo di vita che vogliamo evitare. Qualcuno che vuole trovare una connessione romantica duratura può svolgere un ruolo enorme nel creare una vita di isolamento romantico. A tal fine, i conflitti irrisolti possono portare le persone a scegliere partner inadatti e relazioni profondamente insoddisfacenti. The Lowland dimostra con dettagli meticolosi che affrontare le dolorose dimensioni del passato e riconoscere i segreti di famiglia è spesso la chiave per trovare la vera felicità.

Leave a Reply