CelebritàFashion

Moda Degli Anni 20.. Tornata

Alcune tendenze sono intramontabili, come quelle degli anni 20. Vediamole insieme e sentiamo chi sono i precursori.

Oggi Stylebest ti accompagna in una storia.. una storia di moda, tempo e passione. La storia della moda degli anni venti: le donne che hanno cambiato il nostro stile per sempre. Oggi sentiamo spesso parlare di questi influencer, persone che sui social network possono indurre le masse a comprare borse, vestiti o scaricare app. Una parola che oggi è diventata di uso comune, ma in passato, come venivano definite queste persone? Diciamo che non esiste un modo.. o un nome che gli veniva dato, eppure, durante gli anni 20, tracciamo i più grandi influencer sulla scena mondiale ed oggi andiamo a raccontarvi di loro. Prima che Katharine Hepburn e Bette Davis ci portassero gli iconici stili di moda degli anni ’30, c’erano gli stili super chic dei ruggenti anni 20. Dalle ragazze flapper ultra-glam alle prime ondate di androginia, la moda degli anni 20 era tutta una questione di llibertà e scoperte, di provare nuove cose e di divertirsi in modo sfrenato.

Dopo la prima guerra mondiale, lo stile femminile si sciolse (letteralmente) quando i corsetti si staccarono, le gonne si accorciarono e, grazie ad una certa Coco Chanel, i pantaloni per le donne arrivarono nei negozi. Mentre il comfort era il fattore regnante, c’era ancora un certo clangore per la moda dell’era Gatsby – pensa ai motivi Art Deco, al Velluto o ai Vestiti Satinati ed Impreziositi da perle e gemme. Alcune showgirl come Josephine Baker, Clara Bow e Greta Garbo divennero le principali protagoniste del decennio.

La moda di Gabrielle ‘Coco’ Chanel negli anni ’20. Siamo eternamente grati a Mademoiselle Coco Chanel per tanti stili di moda definiti negli anni ’20 e alcune delle più grandi invenzioni sartoriali; il vestitino nero, la gonna, la bigiotteria, le espadrillas… Ma la sua più grande influente quale è stata? Lo sdoganamento dell’abbigliamento femminile e il concetto di casual chic negli anni ’20. Chanel ha guidato la tendenza per anni, con la sua silhouette aerodinamica e senza girovita, rendendo popolari i pantaloni per le donne.

La moda di Colleen Moore negli anni ’20. L’attrice cinematografica Colleen Moore ha praticamente inventato il bob. Le donne di tutto il mondo hanno copiato lo stile che lei e alcune altre attrici in voga hanno reso popolare, rendendola una delle più grandi influencer di bellezza di tutti i tempi – sebbene la moda degli anni ’60 ha visto la nascita di uno stile di vestiti e gonne ancora più corte. È praticamente la ragione per cui molti di noi optano per le acconciature bob oggi. Colleen ha amato il suo bob così tanto che ha mantenuto quel taglio di capelli fino al giorno della sua morte, nel 1988.

La moda degli anni Venti di Louise Brooks. La ragazza più celebre alle feste dell’epoca, Louise Brooks, ha provato e testato tutte le tendenze che il decennio aveva da offrire, e l’abbiamo considerata un icona del decennio. Ha reso popolare il bob, ha fatto vedere alle donne quanto fossero favolosi i pantaloni ed è stata una delle prime attrici a parlare apertamente dei suoi esperimenti con la sua sessualità. I pantaloni a palazzo sono ancora una punta di diamante dello stile vacanziero.

La moda di Josephine Baker negli anni ’20. Josephine Baker è la donna che ha ispirato le movenze di Beyonce. Quant’era fica? La showgirl era famosa per la sua “banana dance”, in più era una spia e possedeva un ghepardo domestico, che lei portava a passeggiare a Parigi. Una regina dell’accessorio e della bellezza dell’età del jazz.

Sul set di The Temptress, l’attrice Greta Garbo è stata senza dubbio una delle stelle cinematografiche più seducenti del decennio. Mentre molte attrici la conoscevano per il fatto di attirare il pubblico maschile, il senso dello stile di Greta faceva si che anche le donne erano affascinate dalla sua bellezza. La sua stilista preferita era Valentina Schlee, ed ha continuato a rappresentare il vecchio glamour hollywoodiano.

La moda degli anni Venti di Gloria Swanson. Gloria Swanson, grondante di glamour nel suo vestito d’orato, era l’immagine della moda degli anni Venti. Mai sottovalutata, il suo stravagante senso dell’abbigliamento ha fatto sì che lei fosse una delle star dello stile decennale – una Lady Gaga per l’era del jazz, se cosi vogliamo definirla.

Con uno stile femminile rilassato, l’abbigliamento sportivo e il costume da bagno erano più che mai enfatizzati. Qui eravamo ancora molto lontani dal bikini; una parte essenziale della moda degli anni ’40, non fu inventata fino al 1946. Ma per la prima volta le donne potevano muoversi liberamente ed essere effettivamente attive nel loro abbigliamento sportivo, quindi tutto sommato era un decennio piuttosto rivoluzionario.

La moda degli anni ’20 di Pola Negri. La prima attrice europea ad essere stata invitata a Hollywood, la star del cinema è stata la responsabile dell’introduzione di tutti i generi delle nostre tendenze di moda e bellezza preferite nella cultura popolare. Amava il copricapo, metteva gli stivali di pelliccia ed ha persino ha introdotto al mondo il concetto di unghie dipinte di rosso. Oggi, queste sono un must, amato da ogni ragazza ed infatizzato con ricami e disegni di ogni tipo, ma pochi conoscono la sua origine e chi le ha introdotte. Gli anni 20 hanno rappresentato un enorme cambiamento nel mondo e nella cultura, soprattutto per le donne, sdoganandone il comportamento e dando loro molta più libertà nel comportarsi e potersi sentire libere di agire come credono. Dopotutto, ogni moda nasce da qualche parte e queste donne, hanno saputo create, condividere, ispirare e mettere in gioco qualcosa di nuovo.

Leave a Response